VALDISPERT
VALDISPERT - 24 ore con te!
Stampa questa pagina - Invia a un amico

Le principali cause

In generale, l’insonnia può essere suddivisa in due grosse categorie:

Le cause principali dell’insonnia secondaria possono essere sia di origine psicologica (come stress, ansia e depressione) sia di origine fisica (come cefalea, uso di bevande contenenti caffeina, farmaci che interferiscono con i meccanismi del sonno, dolori respiratori o articolari).
Una delle causa principali è lo stress della vita quotidiana (come dimostrano i dati dello Studio Morfeo II del 2002). Secondo una ricerca svolta nel 2007, lo stress accumulato durante la giornata (per esempio dopo una giornata lavorativa molto pesante) viene interiorizzato nell’individuo; ciò causa un turbamento emotivo, che si tramuta in un’eccitazione fisica. Questa comporta una difficoltà ad addormentarsi e una cattiva qualità del sonno che si potrebbe trasformare in insonnia.
La difficoltà a riposare, d’altro canto, può portare ad una sorta di “paura di non addormentarsi” che si aggiunge al turbamento indotto dallo stress. In questo modo si entra in una sorta di
circolo vizioso, che difficilmente si riesce a spezzare senza intervenire con un rimedio adatto, come VALDISPERT Notte, che grazie alla sua particolare combinazione di valeriana, melatonina e passiflora allevia lo stato di agitazione e favorisce il riposo, interrompendo il "circolo vizioso".

Quando abitudini di vita scorrette, turni di lavoro e frequenti cambiamenti di fuso orario causano difficoltà di addormentamento o sonno disturbato, è utile il ricorso a un integratore a base di melatonina, come VALDISPERT MELATONINA SPECIAL, che riequilibra il ritmo sonno-veglia, favorisce l'induzione del sonno e ne migliora la qualità, grazie alla speciale formulazione.

A livello fisico la causa più frequente dell’insonnia è la difficoltà a respirare durante la notte. Ciò è principalmente dovuto a problemi alle vie respiratorie. Durante la notte, quando i muscoli si rilassano, può succedere che cali il tono muscolare; questo causa il collasso dei muscoli intercostali e del diaframma, impedendo la corretta respirazione e inducendo uno stato di apnea. Questo disturbo può assumere forme molto serie, fino a sfociare nella Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS). Coloro che soffrono di questa sindrome sono soggetti a frequenti risvegli durante la notte, di cui non si ricordano, ma che impediscono loro il corretto riposo.

Così come le cause dell’insonnia possono essere sia di carattere psicologico che fisico, anche le sue conseguenze possono essere rintracciate in questo doppio ambito. A livello fisico, infatti, bisogna prestare molta attenzione agli anormali sbalzi di pressione generati dai risvegli frequenti, che aumentano il rischio di patologie cardiovascolari e possono condurre all'ipertensione arteriosa, e alle modificazioni del metabolismo dei carboidrati e delle funzioni dell'apparato endocrino, che comportano l'invecchiamento precoce e la riduzione delle difese immunitarie.  A livello psicologico, d’altro canto, l’incapacità di dormire può portare a depressione, attacchi d’ansia e di panico durante tutta la giornata.





Shop