VALDISPERT
VALDISPERT - 24 ore con te!
Stampa questa pagina - Invia a un amico

L'alimentazione

Sconfiggere l'insonnia? Un grande aiuto può venire dall’alimentazione. Così si scopre che se pane, pasta e riso favoriscono il sonno e aiutano l'organismo a rilassarsi, patatine in sacchetto, salatini e minestre con dado da cucina rendono più difficile la caduta tra le braccia di Morfeo.  A stilare la classifica dei cibi 'buoni' e di quelli 'cattivi' è la Coldiretti, che ha raccolto in un vademecum le indicazioni dei medici dell'AIMS (Associazione Italiana Medici del Sonno) che racchiude i cibi utili per conciliare un buon sonno e quelli da evitare assolutamente.

Innanzitutto a cena è fondamentale evitare cibi con sodio in eccesso. Per cui vanno banditi alimenti con curry, pepe, paprika e sale in abbondanza, ma anche patatine in sacchetto, salatini e piatti nei quali sia stato utilizzato dado da cucina. Anche gli alimenti in scatola, per l'eccesso di sodio e conservanti, sono da tenere lontani. Esistono invece cibi che aiutano a rilassarsi:
innanzitutto pasta, riso, orzo, pane (in quantità moderata) e tutti quelli che contengono un aminoacido, il triptofano, che favorisce la sintesi della serotonina, il neuromediatore del benessere e il neurotrasmettitore cerebrale che stimola il rilassamento.

Oltre a determinati cibi, la produzione di serotonina può essere favorita anche con estratti di piante officinali come la Valeriana .

Bene nella dieta serale anche semi oleosi, legumi, uova bollite, carne, pesce e formaggi freschi. La serotonina aumenta con il consumo di alimenti con zuccheri semplici, come la frutta dolce di stagione. Tra le verdure, al primo posto c'è la lattuga, seguita da radicchio rosso, cipolla e aglio, perché le loro spiccate proprietà sedative conciliano il sonno, ma anche zucca, rape e cavoli.

Infine, un bicchiere di latte caldo prima di andare a letto diminuisce l'acidità gastrica, che può interrompere il sonno, e fa entrare in circolo durante la digestione elementi che favoriscono una buona dormita per via di sostanze, presenti anche in formaggi freschi e yogurt, che sono in grado di attenuare insonnia e nervosismo. Ma, in chiusura di serata, anche un buon dolcetto ricco di carboidrati semplici ha un'azione antistress, così come infusi e tisane dolcificati con miele che creano un'atmosfera di relax e di piacere in grado di distendere la mente.

Riassumendo:
CIBI CATTIVI: patatine in sacchetto, piatti con dado da cucina, cioccolato, cacao, caffé, té,curry, pepe, paprika, superalcolici, salatini, alimenti in scatola.
CIBI BUONI: pasta, riso, pane, orzo, lattuga, radicchio rosso, cipolla, aglio, zucca, rape, cavolo, formaggi freschi, yogurt, uova bollite, miele in infusi caldi, latte caldo, frutta dolce, dolce.



Shop